Discover PlayDecide. Download games, prepare, play. GET STARTED

Acque dolci: sono davvero un bene prezioso?!

Choose your language

PlayDecide games may be available in multiple languages

Play the game

Download, prepare, discuss & collect results.

SIGN INRegister

L'acqua è un bene comune. L'acqua è di tutti! La gestione delle risorse idriche è un tema di grande attualità e rilevanza. Ma quanto la nostra società ne ha consapevolezza? Le problematiche e le conoscenze su questa importantissima tematica vengono dibattute solo in ambiente tecnico? L'iniziativa propone il dibattito per valutare insieme la complessità del problema e studiarlo da più angolazioni. Diamo per scontato che l'acqua sia una risorsa inesauribile che costa poco. Si rivelerà invece, fragile, una risorsa che va tutelata e rispettata.

Author / translator Rosalba Padula

L'acqua è un bene comune. L'acqua è di tutti! La gestione delle risorse idriche è un tema di grande attualità e rilevanza. Ma quanto la nostra società ne ha consapevolezza? Le problematiche e le conoscenze su questa importantissima tematica vengono dibattute solo in ambiente tecnico? L'iniziativa propone il dibattito per valutare insieme la complessità del problema e studiarlo da più angolazioni. Diamo per scontato che l'acqua sia una risorsa inesauribile che costa poco. Si rivelerà invece, fragile, una risorsa che va tutelata e rispettata. Il confronto vuole focalizzare, partendo dalla nostra realtà vecchi e nuovi concetti, divulgare i contenuti elaborati in ambito scientifico, stimolare la partecipazione e la messa a punto di consuetudini per i cittadini di oggi e di domani.

Aims of the game

Chiarire le tue opinioni sull'argomento Lavorare insieme per una visione condivisa Far sentire la tua voce Goderti la discussione!

Created 7 October 2014
Last edited 7 August 2018
Topics Environment, Sustainability

Policy positions

Policy position 1

La non buona qualità delle acque e la progressiva e drammatica perdita di biodiversità, il diffuso dissesto idrogeologico, i continui interventi di canalizzazione degli alvei, l'urbanizzazione delle aree di naturale esondazione, denotano la situazione critica in cui si trovano i nostri fiumi.

Policy position 2

Ogni anno miliardi di m3 di acqua sono estratti dalle riserve idriche superficiali e sotterranee dell'UE (torrenti, laghi e fiumi). Non tutta l'acqua estratta, tuttavia, viene consumata: l'acqua destinata ai processi di raffreddamento degli impianti per la produzione di energia elettrica rifluisce pressoché interamente nei fiumi. Quella estratta per uso agricolo, essendo utilizzata per l'irrigazione, non ritorna ai corsi d'acqua, bensì evapora o diviene elemento indissolubile delle colture.

Policy position 3

L'Europa non è un continente arido, ma le fonti di approvvigionamento idrico rappresentano attualmente un fattore di preoccupazione. La geografia e il clima europei comportano nell'UE una disparità nella distribuzione delle acque, una situazione che è divenuta più grave a causa dell'attività umana. Dal 1976, gran parte degli Stati membri ha attraversato periodi di siccità e molti segnalano frequenti problemi di carenza idrica, nonché l'eccessivo sfruttamento delle falde acquifere.

Policy position 4

Sempre più territori puntano sulla promozione e valorizzazione turistica dell'acqua. Il turismo attivo e culturale sembra trovare nelle "vie dell'acqua" una giustificazione nella necessità di espandere le conoscenze tecnico-scientifiche e valorizzare l'occupazione.

Story cards

Thumbnail

Vivo a Poggiodomo da 15 anni e insegno scienze all'istituto tecnico. Partecipo spesso alle "International Conventions on Water" perchè rappresentano l'occasione per riflettere sui cambiamenti che le nostre abitudini di consumo hanno sul pianeta e sulla nostra qualità di vita. E' necessario lavorare sulla consapevolezza, a partire dallo studio e dalla conservazione dei corsi d'acqua perchè i giovani assumano atteggiamenti sempre più coscienti. Modificare il comportamento attraverso l'educazione, significa ridurre l'impatto dell'uomo sul pianeta.

Insegnare la consapevolezza
Thumbnail

Sono Igino, pensionato. Appassionato della natura, ma soprattutto pescatore. Negli ultimi anni ho notato che molti fiumi della zona restano in secca per periodi di tempo molto lunghi rispetto a quando ero ragazzo! Gli attingimenti e il caldo non danno tregua. Anche il fiume Tevere è sempre più a rischio per il progressivo decremento della portata. Soprattutto in estate non è più un fiume ma un ruscello con acque maleodoranti e altamente eutrofizzate. A volte si sono registrate anche morie di pesci!

Pescatore, amante della natura
Thumbnail

Ciao, sono un volontario del WWF. Attivista ormai da due anni. Mi sono avvicinato a questa associazione con il desiderio di partecipare alla tutela della natura e animato da grande curiosità. Ora però ho scoperto un grande interesse per l'acqua: gli animali e le piante che la popolano, gli usi industriali e civili, il trattamento delle acque dolci e salate. Insomma vivo nel pianeta acqua. Da quasi un anno però faccio il "guardafiumi" e mi batto a favore di corsi d'acqua allo stato naturale. Per la natura e l'uomo. Controllo regolarmente alcuni fiumi e ruscelli della mia zona, contribuendo a valutare nel tempo la gestione dei nostri corsi d'acqua.

Giorgio, volontario WWF
Thumbnail

Da quando ho perso il lavoro, oramai faccio la casalinga a tempo pieno. Ora dedico più cura alla mia famiglia e alla casa. Ma col tempo mi sono resa conto del grande uso che faccio in una intera giornata dell’acqua potabile. Ho lavorato molto per contenere gli sprechi ed ora, un po’ per spirito civile, un po’ per non far lievitare la bolletta, ho imparato a fare attenzione. E cerco anche di convincere le mie vicine. La difficoltà più grande è coinvolgere i nostri mariti, mentre i figli hanno già fatto diverse esperienze anche a scuola.

Maria e le vicine di casa
Thumbnail

Italia, Belgio ed ora Germania. Da un anno mezzo studio presso un Istituto di Ricerca, finanziato dallo Stato tedesco e collegato all'Università. Studio fisica: insieme al mio gruppo simuliamo al computer sistemi biologici, quali proteine o anche "semplice" acqua e ne studiamo la "forma" e la "dinamica”. Studiamo il funzionamento di una delle proteine più comuni, nel tentativo di capire quali parti della proteina sono importanti e perché. Lo studio analizza il ruolo dell'acqua nei processi biologici.

Universitario fuori sede
Thumbnail

Ho 32 anni e lavoro come ricercatrice associata in una importante multinazionale che, tra le altre cose di occupa di studiare le acque correnti. Il mio lavoro richiede grande pazienza e precisione. Ma quando ci sono anche piccoli risultati la soddisfazione è grande, perché so che possono portare a grandi progressi. Sono un’idealista? Non lo so, ma certo sono sicura che ancora tanto si può fare per proteggere le nostre acque. Forse non nell’immediato futuro, ma presto i risultati del mio lavoro potranno essere utili a tanti!

Anna, ricercatrice a tempo pieno
Thumbnail

Mi chiamo Stefano, e lavoro da 35 anni come tecnico nell’Azienda che si occupa del servizio di acquedotto, reti ed impianti fognari e di depurazione. Il mio lavoro è diventato sempre più pressante e strettamente legato anche al clima. Le infrastrutture, si sa, costituiscono uno dei più grandi investimenti che l'uomo fa per migliorare la sua qualità di vita e tra queste le reti fognarie e di approvvigionamento idrico, rappresentano ambiti particolarmente delicati, dove "economia, ecologia ed efficienza" devono essere necessariamente coniugate. La domanda che tutti mi fanno? Quant’acqua si perde dalle tubature dell’acquedotto?

Stefano, tecnico dell'acqua
Thumbnail

L’acqua per i clienti, ma anche per i servizi igienici. L’acqua per lavare le verdure e per cucinare; l’acqua per pulire le stoviglie ma anche gli indumenti da lavoro e la biancheria da sala. Ma anche per i pavimenti, e l’acquario dove metto in esposizione il pesce fresco. Insomma di acqua ne uso e la tariffa idrica è sicuramente tra le voci che incidono di più sui costi che la mia imprese deve sostenere ogni anno. E’ un costo nascosto, perché tutti pensano che per un ristorante la spesa maggiore sia l’acquisto degli alimenti. Ma non è sempre così. Ma come fare altrimenti?

Carla e il suo ristorante
Thumbnail

Ciao sono Matteo, e con i miei compagni di scuola stiamo partendo per una gita sul fiume Nera, dove faremo il “rafting”. Sono molto emozionato: discendere sul gommone lungo il fiume sarà sicuramente divertente. Tre chilometri di rapide, scenario naturale mozzafiato. Non sapevo che ci si potesse divertire su un fiume. Fino ad oggi, per me il fiume Nera era solo un affluente del più conosciuto Tevere.

Matteo, in gita con la scuola
Thumbnail

Ho 22 anni, ma ancora non so cosa farò da grande. Mi chiamo Giulia. Studio, ma qualche volta aiuto mia madre con la sua rivendita di fiori. I fiori piacciono a tutti, ma è anche vero che oggi se ne comprano sempre meno. Perché rimangano a lungo belli, il clima deve essere sempre un po’ umido e quindi fin da piccola il mio compito era quello di spruzzare acqua dappertutto. Certo che di acqua ne consumiamo nel chiosco! Ma è proprio necessario? Forse nel mio futuro c’è la conversione di questa attività in una coltivazione idroponica. Chissa!

Giulia: cosa farò da grande
Thumbnail

Impegnatissima nella crescita dei nipoti: li porto a scuola, in palestra, leggo favole e cucino per loro tutti i giorni. Quando io ero piccola si beveva l’acqua del pozzo e non facevamo molte domande sulla sua potabilità. Ma adesso, che si usa l’acqua minerale, sto molto attenta, ed ho perfino imparato a leggere le etichette. Alcuni nomi delle tantissime analisi faccio proprio fatica a capirle. Ma so che per i miei nipoti devo preferire le acque con più alto contenuto di calcio e magnesio, perché indispensabili per la crescita; che la concentrazione di sodio, nitrati e nitriti deve essere molto bassa. Sono però sempre indubbio se è migliore l’acqua liscia o gassata! E’ meglio la plastica o il vetro?

Rina, nonna tutto fare
Thumbnail

Mi chiamo Filippo, ho 45 anni e sono sposato, con tre figli. Lavoro in una grande azienda, dove ho svolto tutta la mia carriera. Praticamente trascorro con i miei colleghi la maggior parte della giornata. Mangio spesso in mensa e qualche volta rimango in ufficio anche per la cena. Il mio ambiente di vita sono praticamente le mura dell’azienda. Noi facciamo molto per la tutela dell’acqua: usiamo spesso l’acqua in bottiglia, che non solo è buona, ma anche molto comoda e pratica. Nei corridoi abbiamo poi a disposizione i dispenser di acqua, così non c’è spreco e anche nelle toilette la disponibilità di acqua è regolata da sistemi ultramoderni. Non vedo cosa posso fare di più!

Filippo, papà superimpegnato
Thumbnail

Da Hong Kong a Terni, il viaggio è stato molto lungo, ma le cascate più alte di Europa meritavano questo viaggio. Siamo arrivate alle Marmore con un viaggio organizzato di due ore. Il tempo necessario per fare tante foto e comperare gadget. La guida in inglese ci spiega le origini e la storia, ma non c’è tempo per conoscere l’ambiente naturale. Forse se riesco a fare belle fotografie posso proporre alla mia holding company ad Hong Kong di ricostruirla, in fondo è solo acqua che precipita da una notevole altezza. Magari fra qualche anno verrete voi ad Hong Kong a visitare le nostre cascate artificiali!!!

Lei Cheng, turista in Umbria
Thumbnail

Buongiorno, sono Felice, il proprietario, insieme alla mia famiglia, di un bellissimo agriturismo in Umbria. Da circa dieci anni ospitiamo turisti da tutto il mondo, e proprio da loro è nata la nostra cultura del risparmio dell’acqua. Il giardino, la piscina, la cucina e la gestione domestica, richiedono l’uso di tantissima acqua. Prima non ci facevo caso. Ma da quando abbiamo iniziato ad adottare misure anti-spreco, siamo tutti più contenti. Certo non è stato facile. Abbiamo dovuto investire molto, ma molto ancora si può fare.

L'agriturismo sul torrente
Thumbnail

Mi chiamo Youssef, e la mia famiglia è originaria del Marocco. Contrariamente a quanto tutti credono il Marocco non è solo terra e sabbia, ma anche tanta acqua. Il nostro più grande problema è il sole. In certi periodi dell’anno fa veramente molto caldo e tutto si asciuga velocemente. La cosa che mi ha colpito di più, quando sono arrivato in Italia, è stata la possibilità di avere l’acqua corrente, immediatamente disponibile e da bere, in tutte le case e in tutti i piani del condominio! Anche da noi ci sono fiumi grandi, ma quasi tutti sono stagionali o super-sfruttati per l’agricoltura. Tutelare la qualità dei fiumi? Non saprei dirti come…

Dal Marocco all'Umbria
Thumbnail

Pochi sanno cos’è l’Ambito Territoriale Integrato, ma sono sicuro che tutti usufruiscono dei nostri servizi. Noi ci preoccupiamo di mettere a disposizione di ogni cittadino un ottimale approvvigionamento d’acqua potabile. Ma anni di importante siccità hanno messo a dura prova le nostre risorse idriche. Per questo adesso, presa coscienza della crisi idrica che ormai è un fenomeno mondiale, suggeriamo sempre rimedi per risparmiare l’acqua, a partire da un più consapevole uso di quella del rubinetto.

Amministratore ATI-Umbria

INFO CARDSISSUE CARDS

Educare i piccoli cittadini

Bisogna incrementare l'educazione e la sensibilizzazione internazionale anche dei giovanissimi cittadini, affinche' tutti siano coinvolti nella tutela delle
risorse idriche.

Acqua per tutti!

Nel 2015 la popolazione mondiale, si prevede, superera' la simbolica cifra di 7 miliardi di persone. Ci sara' acqua per tutti?

Il clima caldo non è un problema per l'agricoltura

L’aumento della temperatura non crea preoccupazioni per la produzione agricola, che anzi potrà giovarsi di un clima più caldo, adattandosi. Il problema nelle zone più sensibili dovrà essere affrontato e risolto localmente. Sei d’accordo con questa affermazione?

Ci sono questioni più urgenti

Con l’attuale crisi economica che colpisce molte aree del Mondo, ed in particolare l’Europa, le problematiche ambientali devono passare in secondo piano. Le questioni di più lungo termine, potranno essere affrontate dalle prossime generazioni, mano a mano che si presenteranno i problemi. Sei d’accordo?

L'acqua costa

Ma se l’acqua è un bene di tutti, perché dobbiamo pagarla?

Non sprechiamo l'acqua!

Circa un terzo dell’acqua per uso domestico finisce, letteralmente, nello scarico. È opportuno usare quindi il getto ridotto ogni volta che è possibile, oppure diminuire la capacità del serbatoio. Tu cosa fai per non sprecare?

Così fan tutti!

Raccogliere l’acqua piovana per innaffiare il giardino e lavare l’auto, può garantire fino al 50% di risparmio dell’acqua per uso domestico. Per risparmiare acqua usare la doccia invece della vasca da bagno e non lasciar scorrere l’acqua durante la pulitura dei denti e il lavaggio dei piatti. Ma è così importante?

Cosa scegli?

L’acqua fornita dall’acquedotto non ha nessun problema relativo al contenuto di sali minerali e alla purezza. E’ più economica e permette di abbattere i consumi di plastica e di anidride carbonica correlata al trasporto. Ma allora perché comperare l’acqua in bottiglia?

Ma l'acqua si mangia?

La frutta e la verdura, come lattuga, anguria, pompelmo e pomodoro, sono tutti fatti di più del 90% di acqua. Altri alimenti solidi come pollo, manzo, pesce, pane, pasta e perfino burro e margarina e frutta secca e noci contengono almeno una certa quantità di acqua.

Sotterranee o Superficiali?

Perché investire tempo e risorse sulla tutela delle acque superficiali. Non basterebbe impedire l’inquinamento delle acque di falda?

Zone umide: che problema!

Oltre ad ospitare numerosissime specie animali e vegetali, le zone umide garantiscono il mantenimento delle falde acquifere, controllano le inondazioni, frenano l’erosione, trattengono sedimenti e sostanze tossiche, regolano il clima. Però, soprattutto in estate, diventano luoghi di proliferazione di insetti. Pro o Contro?

Acqua virtuale

Noi consumiamo diversi volumi e tipologie di acqua nelle fasi di produzione di beni e servizi di uso quotidiano. Ti sei mai chiesto da dove proviene quell’acqua?

Paesi ricchi

L’acqua è una risorsa distribuita nel mondo con molta disuguaglianza. Meno di 10 paesi si dividono il 60% della risorsa: Canada, Panama e Guyana nelle Americhe; Unione Sovietica in Asia; Nuova Zelanda in Oceania; Islanda e Irlanda in Europa. Quali conseguenze ecologiche ed economiche?

Lotta per l'acqua

Quasi 1,5 milioni di bambini muoiono ogni anno per malattie trasmesse dall'acqua. Crescita demografica, urbanizzazione crescente, inquinamento chimico e specie invasive sono i principali fattori che contribuiscono al deterioramento della qualità dell'acqua. Quali conseguenze per l'ambiente e per l'umanità?

Le nuove proposte

L'acqua utilizzata per le colture, per sostenere l'industria e per fornire acqua potabile, in molti luoghi ha superato i livelli sostenibili. Quali soluzioni puoi proporre?

L'inverno artico non esiste più

I ghiacciai del Polo Nord si stanno sciogliendo e stanno diventando progressivamente ghiacciai stagionali, che cioè scompaiono nelle stagioni estive. Quali le implicazioni ambientali, sociali, politiche ed economiche?

Water footprint

L’impronta idrica è l’acqua “nascosta” nei nostri consumi, è il volume totale di acqua dolce utilizzata/inquinata per produrre i beni e i servizi consumati. L’85% circa dell’impronta idrica umana è connessa alla produzione agricola (e animale), il 10% alla produzione industriale e il 5% al consumo domestico.

La Terra, pianeta azzurro!

L'acqua copre circa il 70% della superficie del nostro pianeta. La struttura chimica dell’acqua e le sue conseguenti proprietà fisiche hanno contribuito in modo insostituibile a rendere la Terra un pianeta abitabile. Quali informazioni ti mancano per essere in grado di parlare di “sviluppo sostenibile”?

Una nuova sfida: imparare a gestire la crisi

Esiste oggi una crisi dell’acqua, non dovuta alla sua insufficienza a soddisfare i nostri bisogni, ma piuttosto ad una gestione così sbagliata della risorsa, che oggi miliardi di persone -e l’ambiente- ne soffrono gravemente. Allo stato attuale delle cose, è ancora possibile prendere misure costruttive per evitare che la crisi si amplifichi?

L'inquinamento

Le principali cause di inquinamento dell'acqua sono:
• Gli scarichi domestici
• Le attività industriali
• Gli allevamenti e l'agricoltura
• Le centrali termoelettriche e nucleari
Sei d’accordo?

Perché non prosciugre il lago Trasimeno?

Dal momento che il lago Trasimeno è profondo soltanto 6 metri, perché non prosciugarlo?

Aziende ecocompatibili

Le aziende che investono in sostenibilità ottengono maggiori risultati dal punto di vista finanziario. Le aziende ecocompatibili consumano meno energia e acqua, e producono meno rifiuti.

Economia verde e occupazione

L'economia verde presenta opportunità di crescita futura e di creazione di posti di lavoro in Europa. Settori come la gestione delle risorse naturali e il trattamento delle acque, hanno dimostrato di poter resistere alla crisi economica.
.

Il mondo ha sete

Dall'Africa alla Cina, dall'Europa agli Stati Uniti la siccità non fa sconti e avanza inesorabilmente, mettendo in ginocchio colture, animali, foreste, industrie e intere popolazioni mentre il pianeta ha sempre più bisogno di acqua.

L'acqua dolce è ancora disponibile?

L’acqua dolce direttamente accessibile al consumo dell’uomo è inferiore all’3% della disponibilità idrica a livello mondiale. È necessario, quindi, fare due cose: imparare a economizzare l’acqua e gestire con maggiore efficienza le risorse disponibili.

Siccità e/o Carenza idrica

Siccità è una temporanea riduzione delle disponibilità idriche, ad esempio in assenza di piogge per un lungo periodo. La carenza idrica si verifica invece quando la domanda di acqua supera la disponibilità di risorse idriche sostenibili. Qual è la situazione sul tuo territorio?

La siccità colpisce l'Europa

Uno dei peggiori periodi di siccità si è verificato nel 2003 e ha coinvolto un terzo del territorio dell’UE e oltre 100 milioni di persone. Si potrà ripetere?

Chi spreca l'acqua!

Si stima che lo spreco di acqua in Europa sia compreso tra il 20% e il 40% delle risorse idriche disponibili. Perdite nelle reti idriche, mancanza di impianti per il risparmio dell’acqua, irrigazione eccessiva e inutile, perdite da rubinetti. Chi e cosa si fa per arginare il problema?

Acqua deionizzata: potabile?

L'acqua potabile non deve essere priva di sali: sia per questioni sanitarie, sia perché l'apporto di certi sali è consigliato. Inoltre un'acqua completamente deionizzata sarebbe del tutto insapore, non gradevole al palato.

Zone umide

Una zona umida è terra inondata da acqua che forma un ecosistema ibrido in cui vive una gran varietà di specie acquatiche e terrestri. In Umbria, tra le più importanti riconosciamo Alviano e Colfiorito. Ma perché le proteggiamo?

Usiamo i dissalatori

La dissalazione è il processo di rimozione della frazione salina da acque contenenti sale, in genere da acque marine, allo scopo di ottenere acqua a basso contenuto salino. L'acqua è poi impiegata per uso alimentare, ma anche per uso industriale.

L'acqua del "sindaco"

L’acqua fornita dall’acquedotto, è di buona qualità, al pari di quella in bottiglia. E’ più sicura perché costantemente controllata. Ma allora perché non bisogna preferirla a quella in bottiglia?

Acqua, elemento naturale

L'acqua, l'unica sostanza sulla terra che può esistere allo stato naturale in forma di vapore, liquida e solida, è l'elemento più abbondante nel corpo umano ed il nutriente più essenziale.

Sfatiamo un mito...

L’acqua potabile contiene una serie di sostanze i cui limiti quantitativi (concentrazioni) sono stabiliti da una normativa Europea. Potabile non significa “pura”, bensì “non dannosa sotto il profilo sanitario”.

L'acqua e la città

L’uso civile e industriale dell’acqua nel corso di secoli ha modificato profondamente le nostre città.

L’acqua, una "star" in Umbria

L’Umbria, pur essendo una delle poche regioni italiane non bagnate da alcun mare, è contenitore di alcuni dei più bei luoghi in cui l’acqua è protagonista. La Cascata delle Marmore, le Fonti del Clitunno, il fiume Tevere, Rasiglia, la fontana Maggiore di Perugia.

Diritto all'acqua

Nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, l’ONU nel 2010 sancisce che l'acqua potabile e per uso igienico, oltre ad essere un diritto di ogni uomo, è essenziale al pieno godimento della vita, è fondamentale per tutti gli altri diritti umani.

I tre colori dell'acqua

L’acqua blu è quella che proviene dai corpi idrici superficiali (fiumi, laghi, etc.) e dalle falde acquifere; l’acqua verde è l'acqua piovana trattenuta dalle piante e dal suolo e che poi evapora; l’acqua grigia è l’acqua necessaria a diluire gli inquinanti dei processi produttivi. Conoscere il consumo inconsapevole di acqua può essere il primo passo per andare verso un sistema sostenibile.

L'acqua e i suoi impatti

• Effetti sull’abbondanza delle specie;
• effetti sulla biodiversità;
• effetti sulla saluta umana;
• effetti sull’occupazione;
• effetti sulla distribuzione del benessere;
• effetti sul reddito nei diversi settori dell’economia
• … … …

Acqua: gestione sostenibile

Significato: uso che non comprometta la trasmissione della risorsa ai posteri.

Il nesso fra acqua, energia, cibo e cambiamenti climatici con il legante dell’economia sono in questo secolo il modo in cui affrontare la tematica della gestione sostenibile delle risorse e di un loro consapevole utilizzo.

Register to download vote results of this PlayDecide game.Register